Consulenza

   
 

Home Page

Valutazione d’impresa

È sempre più condivisa l’idea che la misura del valore delle aziende rappresenti un tema di rilievo non solo per alcune operazioni finanziarie, ma più in generale nell’orientamento delle strategie e delle scelte di gestione. A ben vedere, l’attenzione crescente che caratterizza i problemi di stima delle aziende (sinteticamente, i problemi di “valore”) ha diverse origini e stimoli:

  • l’importanza assunta dalla crescita delle imprese per via esterna, che pone in prima linea la necessità di controllare il rischio di acquisizioni a prezzo eccessivo e, per chi vende, di evitare cessioni a condizioni inadeguate;
  • la frequenza e complessità delle operazioni sul capitale, delle fusioni, delle scissioni, degli scorpori, in genere delle operazioni di finanza straordinaria;
  • in alcuni Paesi, la sentita necessità di controllare i rapporti tra quotazioni di mercato e valori intrinseci, specialmente da parte delle società sottovalutate e perciò a rischio di scalate;
  • l’opinione, infine, che i tradizionali “risultati” contabili siano misure incomplete della vera performance dell’impresa, e soprattutto non proiettate nel futuro, così che esse risultano inette a mettere in evidenza tutto il valore che si “crea” o si “distrugge”.
Da ciò l’esigenza di integrare i risultati contabili con altre stime e informazioni, che nella dinamica del valore hanno appunto il loro riferimento principale.
Queste e altre ragioni fanno sì che, in tutto il mondo, del tema del valore si occupino, con crescente impegno, operatori professionali, istituzioni finanziarie, imprese e ovviamente il mondo accademico.
Nella valutazione del capitale economico si deve adottare un metodo che tenga conto delle caratteristiche settoriali in cui l’azienda opera e lo scopo della valutazione.
Individuare il valore di un’azienda, al fine della sua successiva liquidazione, richiederà l’applicazione di un procedimento metodologico certamente diverso da quello utilizzabile per un’eventuale cessione a terzi.
Nessuna normativa di legge, civilistica o fiscale, indica quale metodo il professionista debba usare nella valutazione.
Tale indicazione non è fornita nemmeno nei casi espressi previsti dalla legge in cui la relazione di stima è richiesta; ebbene, anche in tali situazioni, le norme non possono che rimandare a disposizioni tecniche di generale accettazione.
Il valore del capitale economico di un’azienda può indicarsi come “generale” quando, in normali condizioni di mercato, è ritenuto congruo senza considerare la natura delle parti interessate nella transazione, la loro forza contrattuale e i loro interessi.
In questo modo il valore che si determina costituisce un punto di riferimento distinto da una valutazione soggettiva che considera, al contrario, l’utilità dell’azienda per specifici operatori. In tal senso, non bisogna confondere il “prezzo” con il concetto di “valore”.
Il sistema di consulenza proposto dalla PROIM Srl tende ad affrontare e risolvere le criticità sopra evidenziate, con l'implementazione delle seguenti attività:
  1. Acquisizione ed analisi delle informazioni contabili e gestionali necessarie per la scelta della metodologia da seguire nella valutazione aziendale. In particolare, i principali fattori da prendere in considerazione sono:
    • caratteristiche dell’azienda da valutarsi;
    • caratteristiche del settore in cui l’azienda opera;
    • correttezza dei bilanci aziendali;
    • adeguatezza del sistema informativo aziendale (per conseguente significatività dei budget).
  2. Scelta del metodo di valutazione da utilizzare; i metodi utilizzati da Proim, nell’attività di valutazione del capitale economico d’impresa, sono quelli elaborati dalla dottrina economico-aziendale prevalente:
    • Metodo patrimoniale;
    • Metodo reddituale;
    • Metodo misto patrimoniale-reddituale;
    • Metodo finanziario.
  3. Elaborazione della valutazione del capitale economico d’impresa al fine di determinarne il valore.

 


PROIM Srl - Contrada Lecco - Tel. 0984/403690 - Fax 0984/838260 - 87036 Rende (CS)
Reg. Imprese CS n. 01904080783 (Corrisponde alla P. IVA) Cap. sociale Euro 10.200